26/02/2014 E' on-line il mio nuovo sito!

annuncio

Flauto, Flauto dolce e traversiere
musica antica e contemporanea

“Senza musica, la vita sarebbe un errore” (F. Nietsche da Crepuscolo degli idoli)

Barocco colto e popolare

Fondazione MiDA in collaborazione con Dissonanzen presentano nell’ambito del Progetto

“Campania : dal Barocco al Contemporaneo”
Progetto PAC III
Promozione e Valorizzazione del patrimonio culturale della Campania
DGRC 225 DEL 12/7/2013


Mercoledì 26 agosto 2015, ore 20.30

Chiesa dello Jesu, Auletta (SA)
Ingresso gratuito



Barocco colto e popolare
Musiche di Galilei, Falconiero, Corelli, Uccellini, Leo, Sammartini

ENSEMBLE BAROCCO DI NAPOLI
Tommaso Rossi e Raffaele Di Donna, flauti
Ugo Di Giovanni, arciliuto
Patrizia Varone, clavicembalo


L’utilizzo di formule tratte dalla tradizione popolare è una caratteristica di tutte le epoche, ma certamente tra XVI, XVII e XVIII secolo questa tendenza segnò profondamente lo stile musicale di molti autori. Con il concerto “Barocco: colto e popolare” l’Ensemble Barocco di Napoli, per l’occasione formato da Tommaso Rossi e Raffaele Di Donna ai flauti, Patrizia Varone al clavicembalo e Ugo Di Giovanni all’arciliuto, affronta un piccolo viaggio nella sonata da camera italiana tra XVII e XVIII secolo, recuperando alcune composizioni dove l’utilizzo delle forme popolari del basso ostinato è stato lo stimolo per la composizione.
Si confrontano quindi lo stile popolare delle composizioni seicentesche di Uccellini, Falconiero che utilizzano i bassi di danza della Follia, della Bergamasca e della Tarantella con quello colto del Contrappunto, della Sonata e del Concerto di Galilei, Corelli, Leo, Sammartini